15 November 2014

There's no place like home.

The Wizard of Oz 

Queste foto sono un po' vecchine, le ho scattate un mese fa, ad ottobre, quando la mia avventura parigina era finita da poco tempo, quando ero da poco ritornata a casa... Ho sempre amato il ritorno... sempre. 
Da piccola ero solita trascorrere ogni estate nella nostra casa al mare, a Tropea, in Calabria. Lì c'è ancora la mia cameretta, con le mie vecchie bambole e qualche altro rimasuglio della mia infanza. Beh...ricordo ancora i brividi che sentivo quando attendevo il "primo giorno": il primo giorno del ritorno alla casa estiva dopo nove mesi di scuola, il primo giorno del ritorno a casa finite le vacanze. E poi il giorno dell'arivo...e ritrovare nella casa al mare tutti gli oggettini che l'estate prima avevo abbandonato in quel cassetto, su quella mensola...e ricordare l'estate dell'anno prima, le occasioni in cui avevo indossato quella collanina, in cui avevo giocato con quella bambola... 
Stessa cosa il giorno del ritorno a casa, finite le vacanze: rientravo nella mia solita cameretta e mi lasciavo crogiolare dai ricordi che ogni oggetto mi portava alla mente..il vecchio diario, la cartella di scuola, quel poster che avevo appeso prima di partire e ricordo ancora la gioia di riprendere in mano il tamagochi abbandonato a se stesso per tutto quel tempo, e far resuscitare il mio pulcino!Ho sempre vissuto il ritorno come un nuovo inizio, una rinascita.
A qualunque ora arrivassi, fossero le 3 di notte o le 5 di mattina, io il giorno del ritorno rimanevo sveglia, esploravo gli oggetti e cose che avevo lasciato in uno o l'altro luogo, con meraviglia, come se ognuna di quelle cose raccontasse una straordinaria avventura. 
E questo amore per il ritorno è rimasto... dopo 5 mesi lontana dall'Italia, al mio ritorno ho riesplorato tutto quello che avevo lasciato indietro: quell'agenda, quei disegni, quegli orecchini, quell'abitino...che non vedevo da così tanto tempo. Ho cercato di fare piazza pulita di quello che ormai non porta più in sé un buon ricordo, ma mi sa di vecchio e stantìo, e così, a partire dalla cameretta, a partire del ritorno a casa, sto cercando un nuovo inizio, una nuova avventura ancora più bella di tutte quelle che ho già vissuto. 
Però in tutto questo c'è una cosa triste...la nostalgia. La nostalgia di Parigi, dei miei amici, del mio appartamento, dello studio in cui lavoravo, del mio quartiere, del market sotto casa... di tutto. E quindi sono già in attesa, sento già i brividi come quelli che sentivo da piccola poco prima del ritorno in una di quelle due case, sento i brividi che precedono il mio ritorno a Parigi...anche se so che dovrò attendere ancora un bel po' di tempo.

I've taken these pics a month ago, in October, when I had recently ended my adventure in Paris and just came home... 
I've always loved the back home... always.
As a child I used to spend every summer in our house by the sea, in the south of Italy. Down there there is still my room, with my old dolls and some other things of my childhood.  
Well... I still remember the chills I felt when waiting for the "first day" back to my summer house, after nine months of school... 
and I also still remember the chills felt the first day back home, after the holidays.  
I loved finding all the trinkets that the summer before I had left in the drawer, on the shelf...
and remembering the summer of the year before, the occasions on which I wore that necklace, when I played with that doll..
Same thing on the way home, after the holidays: I came back to my usual room and I
let myself be lulled by the memories bring to life by the old diary,by that backpack...I still remember the happyness to take up the tamagochi left to itself during my holidays, and resurrect my chick!
I've always lived the return as a new beginning, a rebirth.
When I returned from Paris to Italy I explored that agenda, those drawings, those earrings, that dress that I left alone from 5 months...
I lived again my past adventures with these items
Now I'm looking for a new beginning, a new adventure even more beautiful than any one that I have ever experienced.
But in all this there is a sad thing ...nostalgia. The nostalgia of Paris, my French friends, my French apartment, the working place, my neighborhood, the market under my house... everything. 
I'm already looking forward. I can feel the chills that I felt like a child just before the return in one of my two houses...
I feel the chills preceding my return to Paris... even though I know I'll have to wait quite a bit of time.

Shirt Vintage
Shorts Asos (old)
Bag handmade
Shoes Ovs








10 comments:

Maria Gonçalves said...

You look so lovely :))

beijinhos, Maria

Emi ♡ 恵美 said...

The orange shirt looks very charming!! I love the look and your dog!!! So sweet!!



恵美より ♥
www.emi-doll.blogspot.jp

JOIN MY GIVE AWAY: www.emi-doll.blogspot.co.uk/2014/11/463-moo-mooo-moooh-navy-blue-lace-polka.html

Anna said...

Beautiful! <3

Erika Serena from said...

Ti auguro di tornare presto... a Parigi ti ci vedo così bene!!
Un bacio

Erika
lens & anything else

Mia Di Domenico said...

Adoro questo mix di colori! :)

Bisous ♡
BecomingTrendy | Facebook | Instagram | Twitter

Moonstyle said...

che bello qst look...complimenti per il blog :)
baci

Abigail ~ said...

oh my goodness, that fourth picture is just so adorable!!! wonderful outfit, too. the orange top is a good color for your skin and hair tone. so lovely :D

abigail
sweetergetsthejourneyblog.blogspot.com

Mili said...

There really is no place like home, and I always love a good Wizards of Oz reference ;) The photos of you with your pup are so cute!

Mili

Bella Rodriguez said...

En un momento estuvieron re de moda esas camisas y no me compre ninguna, ahora ANSIO por tener algunas por una cuestion de comodidad y no consigo u.u Me gusta mucho como usaste naranja con negro :)
Besos

Samantha said...

You look beautiful in orange, you pull it off wonderfully! I love the pictures of you and your adorable pup too, absolutely precious!